In Dolomiti, nella seconda metà dell’ Ottocento, quando l’interesse principale era rivolto alle Grandi Cime, una scalata ha suscitato l’interesse perché l’obiettivo era una piccola, bellissima torre, quasi un gioiello incastonato nel gruppo delle Marmarole, tra la Cima Bel Prà e il Sorapiss. Che il motivo scatenante sia stata una scommessa tra valligiani poco importa, sicuramente quella di Luigi Cesaletti…