Freeride e sci alpinismo a Chamonix, 20-21-22 febbraio 2015.

Per chi fosse interessato, ci sono ancora 2 posti disponibili per una trasferta a Chamonix il 20-21-22 febbraio 2015. Il programma va definito in base alle condizioni, potrebbe essere sci alpinismo come una combinazione di freeride e pelli di foca, con dislivelli che comunque non superano i 1000 metri, con un ottica sempre orientata a discese interessanti. Un’uscita riservata solo a buoni/ottimi sciatori!
Si organizza un’auto, con partenza da Verona il giovedì sera e si rientra a casa la domenica sera.
Il costo è di 300 euro a persona, che comprende il servizio guida alpina per 3 giorni di sci e le sue spese di vitto, alloggio ed eventuali impianti di risalita. Le spese di viaggio e tutti gli extra sono a carico dei partecipanti.
Vi aspetto :)

Dolomiti. Sci alpinismo tra la fine e il nuovo anno.Cima Loschiesuoi, Culea Integrale, Val Setus e Tofane.

Val Culea Integrale.

Val Culea Integrale.

Ma è possibile che Babbo Natale si sia dimenticato di noi? L’anno scorso era arrivato in ritardo di un giorno qui in Dolomiti, portando così tanta neve da togliere la corrente al Cadore e a Cortina, quest’anno invece tante, troppe belle giornate, e molto vento, che per noi amanti della neve fresca è come se qualcuno ci regalasse un sacco di carbone.
Per fortuna che la fantasia e la voglia di sciare non ce la toglie nessuno, e qualcosa si riesce sempre a fare, purché si abbiano una ottima tecnica e molta esperienza nella scelta dell’itinerario. Sul Sella abbiamo sciato divertendoci la Val Culea Integrale senza distruggere gli sci, idem per la Val Setus, intorno al Giau è tutto pistato tranne qualcosa di un pò più avventuroso, vedi Cima Loschiesuoi. Anche nelle Tofane qualcosa si fa, ma ripeto non c’è nulla di facile, ed eventuali cadute potrebbero risultare molto pericolose.
Guardando le foto qui sotto, qualcuno potrebbe inorridire nel vedere la poca neve in bassa valle. Ma il tempo ahimè non possiamo cambiarlo, e chi si accontenta gode. La neve, prima o poi, arriverà.

In attesa del Natale, dell’inverno e della neve…


E’ da un pò di settimane, quasi un mese che aspettiamo l’inverno e la neve. Finora abbiamo visto solo temperature impazzite, belle giornate calde, quelle mai avute la scorsa estate, e tanta poca neve. Da domani inizierebbe ufficialmente l’inverno, anche se a cinque giorni dal Natale quello che leggiamo nelle previsioni meteo è ancora sconfortante, vento forte e per mettere la ciliegina sulla torta un caldo bestiale per 3 giorni. Non ci possiamo far niente, la neve faticano a farla persino in pista!
Io la mia lettera a Babbo Natale l’ho già fatta, non è difficile immaginare le mie richieste.
Per tirarci su il morale, guardiamo qualche foto degli ultimi giorni, dove abbiamo sfruttato una buona nevicata sopra i 2300 metri, per chiudere con una camminata sci e snowboard in spalla.
Buone Feste a tutti!

Albi

 

Sci Alpinismo nelle Pale di San Martino e intorno a Cortina d’Ampezzo.

Val dei Cantoni, Pale di San Martino.

Val dei Cantoni, Pale di San Martino. Carlo Zortea in tele.

A due settimane da Natale la situazione neve in Dolomiti è abbastanza particolare. Solo a Cortina d’Ampezzo si scia in pista, per il resto i cannoni sparano “a cannone” appunto solo da qualche giorno grazie a temperature più invernali su prati verdi…di neve sotto i 2000-2300 ce n’è gran poca. Ciò nonostante, c’è da star molto allegri se si usano le pelli di foca per un pò di sci alpinismo. Nelle Pale di San Martino, prendendo la funivia del Rosetta, si trovano belle condizioni (Sant’Ambrogio sul Travignolo è stato memorabile), idem nella zona di Cortina, tra Lagazuoi e Giau.

Guardatevi qualche foto, e sorriderete anche voi, potrebbe esser peggio.

Marmolada, primo giro con gli sci della stagione 14/15

Pisciata con panorama super verso il Sella e l'Alta Badia.

Pisciata con panorama super verso il Sella e l’Alta Badia.

Con dicembre anch’io comincio a sentire odore di neve e la voglia di sci, e abbiamo sfruttato l’ultima giornata utile prima del brutto tempo per fare il primo giro con gli sci della stagione 14/15. Dove se non in Marmolada? La scelta al momento è praticamente obbligata se non si vuole spalleggiare gli sci fin oltre i 2000 metri.  E vi confesso che mi son pure divertito un sacco, riprendere in mano gli sci dopo sei mesi con la sensazione di non aver mai smesso a pellare mi mette sempre il sorriso. Peccato per le nubi che hanno azzerato la visibilità quando abbiamo cominciato la discesa,  e non ci ha permesso di godere a pieno di una bella discesa su neve un pò pressata. Al momento, partendo dalla diga del Fedaia si parte e si arriva sci ai piedi senza particolari danni sotto le solette.

Tutti speriamo in un abbassamento delle temperature e neve oltre i mille metri, se non altro per poter fare qualche curva in pista la settimana prossima. A presto!

Arrampicare nelle Grigne.Traversata dei Magnaghi,Canalino Albertini + Variante Polvara + Via Lecco.

L’autunno è ancora un’ottima stagione per arrampicare nelle Grigne, soprattutto per chi ricerca itinerari classici di media difficoltà. Qui sotto trovate delle immagini dello scorso weekend, sulla traversata dei Torrioni Magnaghi. Moltissime le combinazioni possibili, da decidere anche in base al traffico in parete. In sequenza, abbiamo arrampicato il Canalino Albertini alla Torre Magnaghi Meridionale, la Variante Polvara sul Centrale e concluso con la via Lecco sulla Torre Magnaghi Settentrionale, scalando per lo più su difficoltà intorno al IV grado, lungo tiri ottimamente protetti da fix a volte ben distanziati. Roccia bellissima e l’unto non è assolutamente un problema, nonostante le migliaia di ripetizioni.
Speriamo il tempo rimanga così bello per un altro mese, prima di ricominciare a sciare.
Alla prossima!